Il saper agire come allievo e maestro

Un buon istruttore, un maestro deve ispirarsi sempre ad alcuni principi di base per essere adatto al proprio ruolo e può (deve) continuare a crescere come insegnante e guida dei propri allievi.

Non siamo tutti uguali e non possiamo avere tutti gli stessi precetti, tuttavia, partendo da alcuni dei pensieri dettati dal filosofo Lao Tzu, speriamo di farvi riflettere sul come si potrebbe essere correttamente allievi, istruttori o Maestri.

Non vogliamo esporre i precetti ma condividervi le domande e la conclusione che accompagna i precetti del pensatore riguardo il “SAPER AGIRE”. L’eventuale applicazione dei precetti è vostra, laddove fossero da voi stessi ritenuti calzanti alla vostra personalità di allievo o di maestro.

sei capace di essere un pargolo?
sei capace d’esser senza pecca?
sei capace di non aver sapienza?
sei capace d’esser femmina?
sei capace di non agire?
Fa vivere le creature e nutrile,
falle vivere e non tenerle come tue,
opera e non aspettarti nulla,
falle crescere e non governarle.
Questa è la misteriosa virtù.

Tao te ching – Lao Tsu

2 pensieri riguardo “Il saper agire come allievo e maestro

  • Avatar
    21 Febbraio 2018 in 15:42
    Permalink

    se penso da maschio agirò da maschio, se penso da femmina agirò da femmina e così via: in qualunque modo penso indirizzerò e limiterò la mia azione. se non penso ma mi adatto al qui ed ora forse potrò vivere in un modo che ancora non conosco e che rischia di rendermi la vita come non l’ho mai vissuta!

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *